Quando ho iniziato la mia esperienza da Consigliere comunale ho creduto ciecamente nel Partito Democratico della mia città, consapevole del fatto che, oggi come allora, avevo un sacco di cose da imparare. Mi sono messo in gioco e con l’umiltà di un giovane di 23 anni, la correttezza e il rispetto del prossimo ho seguito le direttive del Partito e di chi aveva più esperienza di me. Fin da subito, però, i consulenti del Sindaco (in quel periodo, incompatibilmente anche Segretario cittadino) ci hanno insegnato a distinguere quella che è la maggioranza dall’opposizione: noi facevamo parte della categoria dei buoni e capaci, mentre gli oppositori dei cattivi e incapaci. Ci hanno insegnato a trovare il “pelo nell’uovo” nelle mozioni presentate dagli schieramenti avversari per poi ripresentarle emendate da noi, e quindi come se fossero nostre idee. Questo è sempre stato il loro modo di fare politica, o meglio, fino a quando avevano i numeri per farlo. Purtroppo, quando appartenevo ancora alla loro squadra mi è capitato di essere ingenuamente complice di questo modo di fare politica. Effettivamente, però, mi è sembrato fin da subito un atteggiamento strano e che nulla aveva a che fare con la politica e il MERITO delle cose. Bene … fatte queste premesse, ieri in Consiglio (si discuteva l’approvazione del Bilancio) e oggi sui social, alcuni membri del PD cittadino hanno fatto la morale a chi trova il “pelo nell’uovo” alle loro delibere. Mi fa veramente specie che proprio chi qualche mese fa si comportava in maniera eticamente scorretta venga a fare la morale a chi, invece, ha dimostrato nel tempo e con i fatti coerenza nelle proprie azioni. Mi rattrista e provo compassione anche per chi pensa che il METODO non sia importante e lo considera solo un pretesto per votare a sfavore. Il METODO è fondamentale invece! L’amministrazione della cosa pubblica è fondata su procedimenti e regolamenti: non conta solo raggiungere lo scopo ma anche come lo si raggiunge. Se costruisci una casa ma non sai come posizionare i mattoni perché non hai METODO, la casa sarà destinata a crollare anche se, nel MERITO, appare un ottimo risultato. Mi fa specie poi che, chi tra i consiglieri rimasti nel PD criticava il METODO, oggi si sia fatto ammaliare da due persone che, e di questo gliene do atto, sanno vendere bene il proprio prodotto.
Resta il fatto che, con il Consiglio comunale al completo, il PD non ha la maggioranza, ma soprattutto che il Sindaco e la Giunta Zambon, in data 4/8/2015, pur di rimanere al Governo, hanno fatto accordi con chi hanno DERISO e INFAMATO durante tutta la campagna elettorale, con un esponente di FI (ex Sindaco, candidato contro Zambon alle Amministrative 2014) condannato in primo grado per tentata concussione a 1 anno e 4 mesi e che dovrà finire di regolare i conti con la giustizia (ho riportato giornalisticamente un dato di fatto).
Non so cosa ne pensate voi, ma di sicuro questi non sono gli esempi di politica che dovrebbero essere dati ai giovani e non permetto che queste persone vengano a fare la morale a chi, invece, ha la schiena dritta e non scende a ignobili compromessi …

Dichiarazioni tratte dal mio profilo Fb in data 5/8/2015

Share Button
0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *